Archivi del mese novembre, 2012

L’ondata di chiusure contro il piano González raggiunto otto ospedali

I lavoratori di altri due ospedali, l’Infanta Cristina (Parla) e Infanta Sofia (San Sebastian de los Reyes), si sono uniti oggi con le frontiere contro le misure annunciate dal governo regionale negli ultimi 31 giorni. Con loro e l’Ospedale Carlos III (Madrid), che hanno iniziato la loro protesta di questa mattina, e otto chiusure sono stati fatti negli ospedali di Madrid. A questi si aggiungono l’Istituto di Cardiologia di Madrid, i cui lavoratori hanno deciso oggi di avviare un gruppo di chiusura per fermare la chiusura a tempo indeterminato del centro, sotto le SERMAS, situato nella città universitaria e opera in collaborazione con l’Ospedale San Carlos.

I lavoratori Hospital Carlos III di Madrid ha iniziato questo Mercoledì mattina la chiusura in segno di protesta contro l’outsourcing di ospedali e, in particolare, per la conversione di tale impianto nel “cronica”. Governo di Ignacio González vuole trasformare la Carlos III, specializzato in malattie infettive (HIV-AIDS) e tropicali in mezzo centro e lungo soggiorno. Le misure annunciate dal governo di Ignacio Gonzalez includono la privatizzazione di sei centri: Infanta Leonor, Infanta Sofia, Infanta Cristina Hospital del Henares, sud-est e il Tago. Gli ospedali sono nati con misto gestione pubblica e privata (personale sanitario dipende ancora l’amministrazione), ma ben presto porterà a contestare la loro gestione della salute. 5.500 posti di lavoro sono in aria. L’ondata di chiusure iniziato sei giorni fa all’ospedale di La Princesa. li seguì la Infanta Leonor (Vallecas) e il Henares (Coslada). Martedì scorso aderito al Tejo (Aranjuez) e Sud-Est (Arganda del Rey). E oggi hanno aderito al III Carlos, Cristina Infanta e Infanta Sofia. L’Hospital de la Princesa, nel cuore di Madrid, sarà un centro di assistenza geriatrica preferibilmente. Attualmente serve una popolazione di 313.000, ma solo 39.400 persone con più di 75 anni, può continuare ad usarlo. Ospedale di domenica prossima operatori sanitari e vicini Henares cinque comuni con l’ospedale come un rinvio centro Coslada si uniranno in una manifestazione contro l’annuncio del governo di privatizzare centro regionale. Il corteo partirà alle 11.00 Comuni Coslada, San Fernando de Henares, Mejorada del Campo, Loeches e Velilla de San Antonio e finisce in ospedale. Lavoratori Centro voterà domani in una riunione se sono d’accordo ad una “unità d’azione” con gli altri cinque colpiti dalla esternalizzazione di servizi che il governo regionale ha proposto di risparmiare sui costi. Presidente della Comunità di Madrid, Ignacio Gonzalez, ha detto Mercoledì che non si riaccende servizi di outsourcing perché alcuni ospedali sono assicurato che continuerà a mantenere gli stessi servizi “per un costo inferiore” . “Forniremo lo stesso servizio che stiamo offrendo un modo proprio attraverso la società di gestione della salute che ci permetterà di fornire lo stesso servizio a costi inferiori”, ha affermato. “Chiaramente”, ha aggiunto, di essere “la spesa pubblica racionlizar” che Madrid ha 2.700 milioni di meno, e si devono rispettare “, con l’obiettivo di disavanzo,” costringendolo “a regolazioni molto importanti” . Ignacio Gonzalez, oggi ha avanzato il ministro della Salute, Javier Fernández-Lasuetty, incontrerà i capi dipartimento e le squadre di gestione del Hospital La Princesa a spiegare ciò che è “esattamente” il centro proposto “overspecialized” sulle malattie degli anziani che vogliono iniziare. Il College of Physicians di Londra smentisce “categoricamente” il piano del governo di Madrid per la salute pubblica, che può portare a “un deterioramento della qualità delle cure”, e ha chiesto di partecipare attivamente allo sviluppo di un progetto alternativo.

Informati sulle migliori assicurazioni auto del mercato e risparmia! Vuoi ricevere le ultime news del nostro blog?

Sign up for Auto e Assicurazioni

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia